giovedì 24 febbraio 2011

La Top 10 delle cose da fare & vedere a Napoli

1- Cimitero delle Fontanelle

E' forse il luogo che meglio rappresenta il misto di fede e superstizione tipico napoletano.
Appena entrati resterete affascinati dal numero incredibile di ossa e teschi, ma quello che vi colpirà ancora di più saranno le leggende che caratterizzano questo sito.


Il cimitero è aperto tutti i giorni dalle 10 alle 17.
Chiuso il mercoledì.
Ingresso libero
Sabato e domenica visite guidate gratuite ore 10-11-12

2- Cappella Sanservero e  il Cristo velato

Nel cuore del centro storico di Napoli, a pochi passi dal Decumano Maggiore, si trova la cappella Sansevero. Questo luogo vi affascinerà per le sue statue e per gli esperimenti a metà tra scienza e magia del Principe di Sansevero, ma quello che vi lascerà senza fiato sarà la vista del Cristo velato.
Il Cristo velato è un'opera marmorea realizzata da Giuseppe Sanmartino. Leggenda vuole che il velo che ricopre il Cristo sia opera di Raimondo di Sangro, principe e committente dell'opera, nonchè appassionato alchimista. (foto da internet)


Via Francesco De Sanctis, 19/21
Orari:
Giorni feriali: 10.00-17.40
Domenica e giorni festivi: 10.00-13.10
Chiuso il martedì
Lunedì “in albis”: 10.00-18.40
1 Maggio: 10.00-18.40
8 Dicembre: 10.00-18.40

3- Presepi

Venendo a Napoli di certo non potrete lasciarvi sfuggire l'occasione di visitare le botteghe artigiane dove tutto l'anno si lavora per dare luce alle famose statuette (Centro Storico - San Gregorio Armeno). Ogni pezzo è unico in quanto creato e dipinto a mano. Tutti i personaggi più famosi finiscono per diventare statue del presepe napoletano!


 



4- Pizza

Se vieni a Napoli non puoi non mangiare la pizza! Ovunque tu vada vedrai pizzerie e fanno tutte una pizza ottima! Ma se davvero vuoi gustare il meglio ti consigliamo l'antica pizzeria Da Michele (dove la pizza resta quella classica: margherita o marinara, si mangia a tavala con altre persone - costo pizza + bibita 7 euro) o Starita a Materdei.

Se sei in giro per il centro storico, invece, puoi mangiare la pizza "a portafoglio": viene venduta ripiegata per
essere gustata passeggiando (prezzo medio 1,50 euro)



5- Mozzarella

La vera Mozzarella è solo quella Campana, si sà. Ma non tutti sanno che in Campania esistono 2 tipi di mozzarella: quella proveniente dalla zona di Battipaglia dal sapore più delicato e quella proveniente dalla zona di Mondragone dal gusto deciso. Mille sono i modi di cucinare la mozzarella, ma se volete provare a pieno il suo sapore, mangiatela fresca, magari con del pomodoro (caprese) o dell'insalata.

Per chi vuole portare a casa della mozzarella ecco pochi semplici consigli:
- va mangiata fresca entro 1 massimo 2 giorni dall'acquisto (oltre tale termine potrete cucinarla)
- non va MAI messa in frigo
- va conservata a temperatura ambiente nella busta con l'acqua così come viene venduta. Circa 20 min prima di servirla immergete la busta in acqua tiepida.
(foto da internet)


6- Sfogliatelle

Insieme al babà e alla pastiera è il dolce tipico napoletano. Ne esistono di 2 tipi: riccia o frolla. Va mangiata calda, appena sfornata!

I posti classici dove mangiare le sfogliatelle sono:
- Attanasio (zona stazione centrale)
- Mary (Via Toledo - Galleria Umberto I)



7- Tesoro di San Gennaro

Non esiste un napoletano che non conosca e ami San Gennaro. San Gennaro non è solo il Santo patrono della città, ma è considerato quasi un amico a cui rivolgersi per qualsiasi problema. Tra il Santo e i cittadini, infatti, c'è un "contratto" siglato davanti ad un notaio già nel 1500 in cui il Santo si impegna a proteggere Napoli e i napoletani si impegnano a mantenere il suo tesoro.
Il tesoro di San Gennaro è uno dei tesori più preziosi esistenti (è talmente ricco che non è mai stato possibile quantificare economicamente il suo valore) e, pur essendo legato ad un Santo, non appartiene alla Curia ma alla città.

Museo di San Gennaro
Via Duomo, 149
Orari:
Aperto tutti i giorni dalle 9,00 alle 17,00
Pasqua aperto dalle 9,00 -14,00
Lunedì in Albis aperto dalle 9,00 alle 19,00

8- Cappella di Maradona


Dopo San Gennaro il personaggio più amato a Napoli è Maradona. E' talmente amato che nel cuore di Spaccanapoli, a Piazzetta Nilo, c'è un Cappela votiva dedicata a Maradona dove viene conservato un suo capello. (foto da internet)





9- Pignasecca

Chi ama i mercati penserà che Napoli è il suo paradiso! Sarà il fatto che fa quasi sempre bel tempo, sarà per tradizione, ma in quasi tutto il centro è in uso esporre la propria merce al di fuori del negozio proprio come nei mercati rionali.
Una zona tipica per questo tipo di shopping è la Pignasetta (Centro città - Montesanto). Qui troverete un intero quartiere che tutti i giorni si trasforma in mercato. I prodotti vanno dal pesce alla carne, dalla pizza fritta all'abbigliamento. (foto da internet)

10- Un giro per i baretti!

E dopo una giornata in giro per la città cosa c'è di meglio di un buon drink?
Se avete voglia di immergervi nella movida napoletana vi consigliamo la zona di chiaia, piena di piccoli bar (baretti) e in estate la zona del borgo marinari con bar e ristoranti proprio sul mare (ai piedi del Castel dell'Ovo).
(foto da internet)


1 commento:

  1. Speriamo che vada finalmente bene il turismo a Napoli.

    http://calogeromira.wordpress.com

    http://calogeromiraviaggi.wordpress.com

    RispondiElimina